Get Adobe Flash player

 A soli dieci minuti dal centro della Città di Domodossola, si raggiunge la verde e fresca Valle Bognanco, definita come la “valle di Domodossola” vista la sua immediata vicinanza con il capoluogo ossolano. Bognanco non è una località vera e propria, sotto il suo nome sono riuniti diversi paesi, come San Lorenzo, detentore della vita religiosa e amministrativa, la località Fonti, rinomato centro termale famoso in tutta Italia, e tante altre caratteristiche frazioni (Graniga, Camisanca, Pizzanco, San Bernardo, ecc.).
La Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo è un edificio del 1500 con restauri del ‘700. Al suo interno conserva i preziosi dipinti del “martirio di San Lorenzo” e la “Gloria tra i Santi del Paradiso” del pittore valsesiano Lorenzo Peracino; sculture realizzate dall’antronese Giulio Gualio e altri lavori dell’intagliatore Giacomo Jacchetti di Macugnaga. Altra opera di grande valore è un quadro della Madonna, che nella parte inferiore riproduce il borgo di Domodossola sul finire del 1600. Durante gli anni ’60 negli archivi parrocchiali viene alla luce un importante documento del XIII secolo, l’unica copia della “Bolla Transiturus” esistente al mondo, lettera papale del 1240 in cui viene istituita la festività del Corpus Domini. Questo importante ritrovamento è sicuramente da ricollegare al passaggio di Papa Gregorio X nell’Ossola nel 1275; fonti dicono che la Bolla Transiturus sia un dono del Papa lasciato ai bognanchesi per la calorosa accoglienza ricevuta.
La località Fonti è il centro più animato di tutta la Val Bognanco, prende il nome dalla rinomata stazione termale, che non solo si è specializzata nella vendita di queste acque salubri e depurative, bensì in un vero e proprio centro benessere, che con l’ampio e ombreggiato parco, le piscine, gli splendidi alberghi e le numerose attività ricreative organizzate nella stagione da maggio a ottobre, offre a turisti di tutte le età una piacevole e rilassante vacanza. La leggenda narra che fu una pastorella del luogo a trovare la prima fonte di quest’acqua dal sapore particolare, in una calda giornata estiva del 1863. Inizialmente fu il parroco di Bognanco ad istituire un vero e proprio mercato di queste acque, che venivano imbottigliate e trasportate a valle a mano, con delle pesanti gerle. Subentrarono successivamente altri imprenditori, che scoprirono nuove sorgenti e fecero di Bognanco una vera e propria residenza signorile estiva. Per completare la vacanza immersa nel verde e nella tranquillità, ci si può soffermare nel delizioso Parco con le fonti per l’assaggio dell’acqua, oppure tuffarsi nell’attigua piscina termale di acqua calda.
Come tutte le valli dell’Ossola, anche Bognanco offre numerose passeggiate di alta montagna, ricche di splendida vegetazione e panorami inimitabili. Un percorso famoso ed importante anche da un punto di vista storico è il “Sentiero Stockalper”, che prende il nome dal grande mercante e uomo politico di Briga Kaspar Von Stockalper, chiamato anche “Re del Sempione” per il suo potente controllo su tutto il traffico che dal Sud a Nord Europa passava attraverso il Sempione. Il sentiero parte dalla località San Bernardo (raggiungibile in automobile e provvista di un ampio parcheggio) e si sale per circa 1 ora sino al Rifugio Gattascosa; dopo una breve sosta tra i prati fioriti e i rododendri si sale ancora sino al Passo del Monscera, per poi scendere in territorio elvetico. Consiglio: alcuni escursionisti raggiungono a piedi il Passo del Sempione e poi ritornano a Domodossola con il Postale Svizzero estivo Briga – Domodossola.

 

 

 

 

THE BOGNANCO VALLEY

Barely a ten minute drive from the centre of Domodossola, Ossola’s capital city, will take you up to the cool, green meadows of Valley Bognanco, sometimes called “the Valley of Domodossola”.Bognanco is not exactly a town. It’s more an area which embraces a group of quaint little hamlets (Graniga, Camisanca, Pizzanco, San Bernardo and so on) and places of interest, such as San Lorenzo, the administrative and religious centre and  Fonti, a thermal spa which is well known all over Italy.Fonti, which takes its name from its spa (Fonti means “spa” in Italian), is perhaps the liveliest centre in all of Valley Bognanco. Not only does it specialise in bottling and selling its healthy, purifying spring water, but it is also a health centre to all effects with an immense shaded park, swimming pools and magnificent hotels. From May to October entertainment is provided for tourists of all age groups in order to make their holiday as relaxing and as enjoyable as possible.

Bognanco, as in all the valleys of Ossola, offers delightful mountain walks through the surrounding lush woods, with spectacular unforgettable views. One of the most famous and historical excursions is the “Sentiero Stockalper” (The Stockalper Path). This path takes its name from Kaspar Von Stockalper, a politician from Brig in Switzerland, also nicknamed  “The king of the Simplon” due to the powerful control he had over everything that travelled from the south, through the Simplon Pass, to the north of Europe. The path starts off at San Bernardo and after a one hour walk uphill you reach the Gattascosa mountain refuge where you can stop off for a while in the flowering meadows covered in rhododenrons. The walk then continues up to the “Passo Monscera” then descends into Switzerland. Some advice Some excursionists prefer to reach the Simplon Pass on foot and then return to Domodossola by means of the summer postal bus service which travels from Brig to Domodossola. 

WE SUGGEST YOU VISIT

 The spa swimming pool, its gardens and its water spring.

Legend has it that it was a little shepherd girl who found the source of this spring water with such an original taste, one hot summer’s day in 1863. It was the local priest who at first started marketing the water. It was bottled and carried down the valley on foot in funnel shaped baskets. Later on other entrepreneur discovered new sources and turned Bognanco into a bourgeois summer holiday resort.Relax in the peace and tranquillity of the immense lush park where you can sip this purifying water and have a swim in its hot thermal swimming pool. 

San Lorenzo Parish Church.

Built in the 16th century with more recent 18th century restoration, this church exhibits two precious paintings, the “Martirio di San Lorenzo” and “Gloria tra i Santi del Paradiso” carried out by an artist from Valsesia, Lorenzo Peracino, some sculptures which are the work of Giulio Gualio  from the Antrona Valley and other works of art carved by Giacomo Jacchetti from Macugnga. There is another valuable painting in this church which portrays the Madonna and, the lower part of the picture depicts the borough of Domodossola as it was towards the end of the 17th century. An important document dating back to the 13th century came to light in the church archives during the 1960s. The only existing copy of a “Bolla Transiturus”, that is, a letter from the Pope, dated 1240 in which he decrees  the Corpus Domini festivity. This important finding is without doubt connected to Pope Gregory X’s trip to Valley Ossola in 1275. It is thought that the Bolla Transiturus was a present from the Pope to thank the people of Bognanco for their warm welcome.

Oratorio dell’Annunziata

A little church in Fonti,  which was rebuilt during the 1930s. The style and decorations used recall the Romanesque buildings. Recently a fresco depicting the Annunciation of Peracino was painted on the façade.  

GUARDA IL METEO
Domodossola
Gio

21°C
Ven

19°C
Sab

20°C
VIAGGIA in BUS in VALDOSSOLA
Banner
Gli Amici di Simplon Dorf
Banner